La ricostruzione del seno si ottiene tramite una serie di interventi di chirurgia plastica che hanno l’obiettivo di ristabilire il seno alla sua forma normale nella forma, nell’apparenza e nella taglia a seguito di una mastectomia.

La maggior parte delle donne che hanno superato il cancro al seno e hanno subito una mastectomia totale o parziale sono candidate alla ricostruzione del seno.

 

Se la donna si è sottoposta, o si sottoporrà in futuro, a radioterapia al seno, questa può influire sulle tempistiche e sulla tipologia della ricostruzione del seno.

Alcune pazienti hanno bisogno di un trattamento di chemioterapia successivamente alla mastectomia: anche questo può influenzare le tempistiche dell’intervento di ricostruzione.

 

Nonostante l’intervento di ricostruzione del seno sia facoltativo, sottoporsi ad un intervento di ricostruzione del seno conferisce un profondo impatto emotivo e immensi benefici a livello pratico.

E’ inoltre importante ricordare che la ricostruzione del seno non interferisce con i trattamenti relativi al cancro al seno e, al contempo, aiuta a migliorare la fiducia in sé stesse e l’immagine che si ha del proprio corpo.

La decisone di sottoporsi ad un intervento di ricostruzione del seno è una scelta libera e personale, ma è importante sapere che non tutte le pazienti sono adatte a tutte le tipologie di ricostruzione

Il tipo di trattamento al quale la donna deciderà di sottoporsi andrà decisa in collaborazione con il chirurgo e dipenderà dai desideri personali, dall’anatomia e dai trattamenti precedenti cui ci si è sottoposte.